Veneziano

Autostrada A4 bloccata per un’ora

Autostrada A4 chiusa per un’ora oggi pomeriggio a causa di un incendio che ha coinvolto un’autocisterna che trasportava succo d’uva. Il mezzo fermo in una piazzola di sosta poco dopo Arino di Dolo, in direzione Milano ha portato le autorità a chiudere per sicurezza entrambe le carreggiate. Il conducente alla guida è riuscita a uscire.

L’accaduto sull’Autostrada A4

L’incendio è scoppiato alcuni minuti dopo le 16. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che stanno lavorando per domare le fiamme. La concessionaria Cav ha prima disposto la chiusura dell’autostrada in entrambe le direzioni, poi ha riaperto quella per Trieste. Il traffico nella zona del rogo bloccato per consentire ai soccorritori di intervenire, una volta riaperta la carreggiata per Milano, si sono formate code di alcuni chilometri.

Il posto

Solo attorno alle 18 si sono chiuse le operazioni di messa in sicurezza dell’autocisterna in sosta nella piazzola al chilometro 371 direzione Milano, poco dopo l’area di servizio di Arino ovest sulla A4. Il mezzo, che trasportava liquidi alimentari, dunque non pericolosi, colpito da un incendio che ha coinvolto la motrice e il serbatoio. Le cause sono ancora da chiarire.

Le motivazioni

All’inizio Polstrada e Vigili del Fuoco avevano chiesto a Concessioni Autostradali Venete la chiusura dell’autostrada A4 precauzionalmente in entrambe le direzioni, per evitare pericoli ai veicoli e facilitare le operazioni.

La riapertura dell’autostrada A4

Riaperta quasi subito la carreggiata est in direzione Trieste, dopo circa 45′ si è ripreso a transitare anche in direzione Milano, solo in corsia di sorpasso. Poco fa la riapertura dell’intera carreggiata ma le code stanno raggiungendo gli 8 km anche se al momento in cui scriviamo risultano in graduale smaltimento. Solo stanotte il mezzo sarà rimosso per non interferire ancora sul traffico. Al momento, comunque, non si registrano incidenti dovuti ai rallentamenti né quando è scoppiato l’incendio tamponamenti dovuti alla paura o al fuoco.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close