Veneziano

Baretta candidato

Il sottosegretario al ministero dell’Economia e Finanze, Pier Paolo Baretta, è il candidato sindaco di Venezia del Partito democratico. Lo annuncia, in una nota, il Pd lagunare nella quale si spiega che “la proposta presentata alle altre forze del centrosinistra, è nella convinzione sia la scelta più adeguata a costruire una coalizione ampia e, di conseguenza, a valorizzare al meglio le competenze e le disponibilità che possono contribuire a comporre una squadra competitiva e vincente”.

Baretta per il futuro?

“Si è sempre lavorato – osserva – per costruire una coalizione ampia in grado di vincere le prossime elezioni comunali unendo le forze del centrosinistra: per tale motivo propone come candidato sindaco Pier Paolo Baretta, esponente di primo piano del partito a livello nazionale”. Il Pd “ritiene la sua disponibilità a impegnarsi direttamente nella competizione elettorale comunale un segnale importante e commisurato alla sfida contro l’attuale amministrazione di destra che decide e opera ignorando i bisogni del territorio veneziano e dei suoi abitanti”.

Monica Sambo

«L’unità è un bel punto di partenza – ha detto Baretta – e consente di affrontare questa sfida con entusiasmo. A Monica Sambo un posto di primo piano. Nel fine settimana sarò a Venezia», ha fatto sapere il sottosegretario. 

Le civiche

«Il Gruppo25Aprile si metterà al lavoro per archiviare questo carnevale e individuare una candidatura alternativa, che sia civica e non di parte». Commenta il portavoce del comitato Marco Gasparinetti. Mentre la civica Un’Altra città possibile attraverso Giovanni Leone farà conoscere le proprie decisioni dopo l’incontro già previsto per lunedì 24 febbraio. Rinviato per via dell’emergenza coronavirus. Così commenta il candidato sindaco della lista civica Tutta la città insieme.

Giovanni Andrea Martini. «La scelta di Pier Paolo Baretta del Partito Democratico sancisce, in modo ancora più forte, la necessità di un polo civico. Che sia in grado di coagulare quelle forze della città che vogliono opporsi a Brugnaro. E che non trovano nei partiti, e, in particolare, nel partito democratico le risposte ai quesiti più importanti e vitali per la città. Le grandi navi, la salvaguardia della laguna, il Mose, e, ancora, la politica della casa, la tutela del lavoro, la questione morale. Il polo civico, formato anche da più liste, è l’unica attuale possibilità per sconfiggere Brugnaro. La coalizione politica allargata e così variegata, che ha trovato sintesi nel nome di Baretta, dovrà sacrificare parti di programma, amalgamare temi, annacquare soluzioni».

Ugo Bergamo

Venezia è Tua di Ugo Bergamo «valuta positivamente la formalizzazione da parte del Pd della candidatura di Pier Paolo Baretta a sindaco di Venezia. Assumendosi una primaria responsabilità di coagulare un’area alternativa non solo e non tanto all’amministrazione in carica. Caratterizza dalla autoreferenzialità del sindaco Brugnaro, ma anche a una aggregazione sovranista. Di cui un comune come Venezia non sente assolutamente il bisogno. Figura di rilevante autorevolezza, di vasta esperienza politica, gran conoscitore dei complessi problemi della città. Baretta possiede le doti per rappresentare una sintesi perfetta e attenta alle varie e molteplici sensibilità presenti e attive nella articolata realtà cittadina».

Chi è Pier Paolo Baretta

Veneziano, classe 1949, Pier Paolo Baretta sottosegretario prima nel governo Letta e poi nel governo Renzi. Nel 1970 è entrato alla Lavorazione Leghe Leggere di Porto Marghera iniziando l’attività sindacale con la Fim-Cisl, di cui è diventa segretario nel 1997. L’anno successivo è entrato nella segreteria nazionale della Cisl e nel 2006 è diventato segretario generale aggiunto, quando Raffaele Bonanni era segretario generale. Lascia gli incarichi sindacali nel 2008 candidandosi alle elezioni politiche. Eletto alla Camera dei deputati nelle liste del Pd ed è nominato sottosegretario al ministero delle Finanze del 2013.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close