Veneziano

Bibione: venerdì 23 luglio presentato il progetto “turismo sociale ed inclusivo” organizzato in collaborazione con l’Aulss 4 veneto orientale

 “Bibione oggi può definirsi una località inclusiva a 360 gradi. I risultati conquistati in questi anni e gli attestati conseguiti, vedi la sesta bandiera verde assegnataci dall’Associazione nazionale del medici pediatri nei giorni scorsi, rappresentano un ulteriore esempio del modello vincente del nostro percorso positivamente intrapreso. Le vacanze inclusive rappresentano un grande momento di socializzazione e di soddisfazione per le famiglie che scelgono come meta vacanziera la nostra località balneare. Un momento di relax ed anche di integrazione per gli altri turisti. Se ancora nelle menti esiste qualche “ideale barriera architettonica” (non solo fisica) questa progettualità che l’amministrazione comunale ha messo concretamente in campo, contribuisce ad abbatterle”.

Mobilità inclusiva

Prevede l’accompagnamento gratuito di turisti, anche stranieri, con difficoltà motorie per la visita del Faro di Punta Tagliamento ed altri siti di interesse turistico, storico e culturale presenti nel territorio comunale. L’accompagnamento avviene con il mezzo di trasporto locale in dotazione del Comune adeguatamente allestito per il trasporto di persone con disabilità anche grave (Fiat Doblo’) e di un eventuale accompagnatore dal luogo di partenza. I richiedenti potranno rivolgersi all’Ufficio turismo del Comune di San Michele al T. o all’Ufficio Iat di Bibione.

Attività sportiva inclusiva

Le attività motorie e sportive hanno un ruolo importante nell’intervento socio-educativo rivolto anche alle persone con disabilità. Saranno infatti promosse alcune attività sportive: “Riding in the dark” pedalate “sensoriali” con l’accompagnatore anche per ipovedenti e “Acqua senza limiti” vale a dire prove di immersioni subacquee.  

Obiettivo accessibilità. Per garantire a ogni famiglia il diritto alla vacanza 

Ed è su questo obiettivo che l’assessore Cassan ha concluso il suo intervento: “Dove vive bene una persona con disabilità, viviamo meglio tutti”.  Con queste parole è nato l’impegno concreto che ha portato Bibione a diventare la prima destinazione turistica accessibile d’Italia. Il progetto Destination 4 All di Bibione, realizzato in collaborazione con Village for All, si ispira al concetto di diritto alla vacanza per tutti, vacanza che deve essere adeguata ai bisogni delle persone con disabilità, alle loro famiglie e caregiver. Un progetto che non si limita a superare le barriere architettoniche di spiaggia e strutture dell’ospitalità, ma punta a creare una vera e propria cultura dell’accoglienza, per garantire un’accessibilità sempre più ampia e sempre più in grado di rispondere alle mutate esigenze della società. Di qui la scelta di implementare l’offerta turistica con un numero crescente di strutture e servizi accessibili e la creazione del primo “Speciale Bibione Destination4All”: un prodotto turistico unico in Italia, che riunisce strutture ricettive, stabilimenti balneari e termali, itinerari ciclabili e servizi di trasporto, per una vacanza autenticamente inclusiva”.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close