Veneziano

Caos vaporetti a Venezia, la Cgil sporge denuncia alla Capitaneria di Porto

La Filt-Cgil di Venezia annuncia una denuncia sul trasporto pubblico locale con destinatario la Capitaneria di Porto. L’oggetto è lo sforamento della capienza limite che sarebbe effettuata dai mezzi Alilaguna durante il servizio sostitutivo, esternalizzato dall’azienda Actv (partecipata del Comune), della linea 3. Anche ieri mattina i lavoratori hanno vissuto ore di caos per salire sui mezzi pubblici acquei.

I collegamenti

Il collegamento tra Piazzale Roma e Murano, garantito dal servizio di trasporto pubblico locale è in sofferenza da tempo e proprio su questa linea si erano verificati episodi di violenza con aggressioni verbali ai danni degli equipaggi. Il motivo riguarda la gente che viene lasciata a terra per mancanza di capacità di carico proprio sui mezzi Alilaguna (inferiori rispetto a quelli di Actv).

La ribellione dei sindacati

Amministrazione locale, vertici aziendali, sindacati e associazione dei piloti avevano stigmatizzato gli eventi definendo inammissibili gli attacchi al personale di bordo. Ciononostante la situazione continua ad esser pesante, come testimonia l’azione della Cgil. Anche altre sigle sindacali, tra cui Usb, stanno valutando se seguire quanto stabilito dalla promotrice. 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close