Veneziano

Che succede a Noale?

Proprio in occasione dell’uscita del nuovo bando per i distretti del commercio, annunciato ieri dall’Assessore Marcato, dove vi sono dei vincoli ben precisi per i comuni richiedenti, a Noale fa discutere da oltre un mese un bando simile che, dopo essere stato chiuso, è stato poi riaperto lo stesso giorno. Uno dei punti cruciali che viene rimarcato (sia nell’annuncio dell’Assessore che ha valore regionale, sia in quello della cittadina noalese) è che il manager del distretto non abbia più di due incarichi. I fatti risalgono a circa un mese fa. L’amministrazione di Noale ha indetto un bando per un manager del distretto il 1 giugno e la selezione si è conclusa a fine mese alle 12.00 con 7 candidati.

La questione

Fatto sta che nel pomeriggio la stessa amministrazione ha riaperto i termini modificando il requisito del manager del distretto. Apriti cielo. Le proteste sono arrivate immediatamente. Infatti le cose iniziano a non essere più molto chiare. Anche nel nuovo bando regionale (al momento in bozza ndr) il vincolo di massimo due incarichi al manager del distretto è vigente. Perché allora a Noale un così brusco dietro front? Spiacerebbe dover constatare che per la seconda volta (per il primo bando regionale Noale non si è neppure attivata) i fondi messi a disposizione dalla Regione Veneto (si parla di 5 milioni) non arriveranno in città. Sarebbe un peccato perchè, come li definisce Marcato, “i centri storici veneti più piccoli hanno avuto le ricadute più pesanti”. 5 milioni ai distretti del commercio per il quale la figura del manager è fondamentale non sono pochi.

L’amarezza

«Queste valutazioni – sottolinea la nostra fonte che ha richiesto l’anonimato – arrivano dai membri del tavolo di partenariato che ad oggi sono l’assessore Stefano Sorino, la Pro Loco, l’associazione ConfCommercio e ConfEsercenti, il Rotary e il Lions di Noale. Qualcuno diceva che a pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca». Intanto il giorno 30 luglio è scaduto nuovamente il bando di selezione.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close