Veneziano

Covid nei centri estivi, 10 contagi tra bambini e animatori nel Veneziano. Sospesi sei servizi

Sono i centri estivi i nuovi fronti caldi della lotta al Covid nel Veneziano. Il bilancio, per il momento, parla di sei servizi sospesi e di dieci persone risultate positive: si tratta di otto bambini e di due animatori. Ma il dato potrebbe aggiornarsi a breve, con l’arrivo degli esiti dei 68 tamponi eseguiti sull’intera platea dei sei centri estivi del territorio dell’Usl 3, nei quali è stato individuato almeno un caso di Covid nell’arco degli ultimi due giorni.

Dove

Due si trovano a Marghera, due in provincia e uno al Lido. Uno solo il cluster individuato per il momento, a partire da due casi-indice, che poi hanno condotto all’individuazione di un focolaio, con cinque bimbi positivi. Con l’individuazione dei primi contagi, infatti, è iniziata l’indagine epidemiologica per “cerchi concentrici”, con la sottoposizione a tampone e il parallelo isolamento dei contatti – stretti e non – delle persone risultate positive al primo test.

Anche al Lido

«Martedì abbiamo individuato i casi tra la provincia e il Lido, isolando 58 persone. Adesso stiamo attendendo gli esiti dei tamponi. Non sappiamo ancora se si tratta di variante Delta, per dirlo sarà necessario avere gli esiti del sequenziamento dei tamponi», ha spiegato Vittorio Selle, direttore del Sisp dell’Usl 3. I casi seguono il cluster, di mutazione indiana, esploso un mese fa in un centro estivo di Isola Verde, a Chioggia.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close