Veneziano

E se a Quarto D’Altino si rovesciasse il gioco? Viste certe situazioni, se fosse Mazzon il candidato?

In politica è sempre difficile programmare. Mai esiste la certezza. Un po’ come quando ti dicono “fra sei mesi non sai che scarpe indosserai”. E’ il caso curioso a Quarto D’Altino del signor Celestino Mazzon. Attualmente il sindaco uscente Grosso non ha ancora sciolto le riserve. Si è iscritto alla Lega di Treviso l’anno scorso dopo aver “amoreggiato” e provato a vedere se gli scenari gli prospettavano qualche posto al sole con Fdi e Fi. Ma ha dovuto optare per Matteo Salvini. Ormai in paese tutti lo sanno. Il fatto che Grosso non abbia ancora sciolto le riserve, ha fatto scattare nelle ultime settimane un interrogativo tra gli addetti ai lavori ma anche tra i cittadini su quale sarà lo scenario delle prossime elezioni.

I cittadini sono stanchi e stufi. Perchè Grosso non ha avuto ancora i presupposti per la riconferma?

Cittadini ormai stanchi di vedere gente riunita a tavoli a parlare di chissà cosa con la paura di vedere sbucare la solita lista civica “civetta”. Molti hanno notato il fatto che l’incertezza sembra riguardare quale saranno le scelte per la prossima tornata elettorale di due importanti componenti della squadra che nel 2016 fece trionfare Grosso; ma a tutti gli effetti le anomalie risultano altre: come mai il centrodestra non si è ancora dichiarato compatto a Quarto d’Altino? E addirittura parlano di sedersi attorno ad un tavolo per vedere se ci siano i presupposti alla riconferma di Grosso? E da ultimo ma parecchio rilevante le voci sempre più insistenti che la Lega stia puntando forte alla candidatura dell’assessore Mazzon.

Chi è Celestino Mazzon

Mazzon è entrato nell’attuale giunta a discapito di un leghista doc quale Roberto Dal Cin a fine 2017 nell’incredulità di molti. Abituato a fare a sportellate per imporre le proprie scelte. Per fare un esempio il milione e duecento mila euro che andranno spesi per i lavori del campo sportivo. Mai spesi tanti soldi per qualcosa a Quarto d’Altino in un periodo storico nel quale non serve aggiungere altro per capire che la scelta è molto discutibile. Ma al tempo stesso dimostra la caparbietà di Mazzon perfettamente in linea con lo spirito Salviniano della Lega.  Quindi oltre alle due liste che si prospettano ascoltando le voci da più parti, dovremo capire se la lista della Lega di Salvini sarà capitanata da Grosso o da colui che ha tenuto in piedi l’attuale amministrazione ovvero Celestino Mazzon. 

Mazzon uomo nuovo e sorpresa? Alla fine ha vinto anche contro il Sindaco

Un uomo che a Quarto tutti sanno che tiene conservato nel cassetto il sogno di indossare la fascia di primo cittadino. Dopo aver sostenuto Grosso nel 2016 sembra stanco di fare il “buon samaritano”. Lui è leghista “doc” dai primi anni ’90, a differenza dell’attuale sindaco che milita solo da un anno. E’ stato vice sindaco della Lega in colazione con la Sinistra per sette anni.

E’ stato presidente dell’Altino Calcio e figura di spicco nella sua Portegrandi. Nei peggiori periodi è quello che ha tenuto unita una squadra (una giunta allo sbando) da buon diplomatico quale è realmente. Adesso è lui che incontra la gente, raccoglie da solo firme per la Lega nei gazebo, ci mette la faccia senza mai perdere la calma. Anche nel caso dello stadio ha dimostrato di avere più polso di Grosso. Certo, parliamo solo di rumors ma sembra che l’idea di puntare su Mazzon non spiaccia solo al paese ma anche ai vertici provinciali della Lega.

Si profila uno scontro a due? Come cantava Lucio Battisti “Lo scopriremo solo vivendo” …

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Un commento

  1. Non so chi ha suggerito il costo della manutenzione del campo sportivo del capoluogo, resosi indispensabile per essere in regola, perché quello approvato è di 375.000,00 euro, che sale a 500.000,00 per la realizzazione esterna di park e viabilità di pertinenza.
    Per quanto riguarda l’ambizione di indossare la fascia tricolore, spiace deludere chi lo sostiene. Il primo mio pensiero è realizzare il programma elettorale promesso al Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close