Veneziano

Fondazione Venezia stanzia 300mila euro per ‘Creatività’ e ‘Cultura Digitale’

A distanza di due anni dal bando che ha sostenuto il restauro dei beni culturali danneggiati dall’acqua alta di novembre 2019, raccogliendo per la Città di Venezia quasi 3 milioni di euro, la Fondazione di Venezia ritorna alle erogazioni diffuse con la pubblicazione di due nuovi bandi. Finanziati con uno stanziamento di trecentomila euro, sosterranno interventi di innovazione digitale per musei, archivi e biblioteche e progetti artistici e culturali volti alla promozione delle arti creative e performative. Entrambi i bandi sono pubblicati sul sito della Fondazione di Venezia, al link fondazionedivenezia.org/attivita/bandi. Le proposte dovranno essere presentate esclusivamente via PEC entro l’8 aprile 2022.

Cultura digitale

Il bando “Cultura Digitale” mette a disposizione 150.000 euro per l’anno in corso, per l’erogazione di un importo compreso tra i 10.000 e i 30.000 euro per ciascun intervento ammesso a finanziamento. Il bando si rivolge a musei, archivi, biblioteche della Città Metropolitana di Venezia, ovvero alle organizzazioni che li hanno in gestione, interessati a valorizzare i propri contenuti culturali attraverso l’adozione di strumenti e tecnologie digitali. Coerentemente con gli indirizzi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), “Cultura Digitale” intende supportare le attività dei musei, delle biblioteche, degli archivi della Città Metropolitana di Venezia attraverso iniziative di innovazione digitale volte alla valorizzazione e alla diffusione dei contenuti custoditi dagli enti che li hanno in gestione, e insieme offrire occasioni di inserimento e crescita professionale nel settore. Le proposte dovranno prevedere il coinvolgimento di almeno uno studente o di un neo-laureato/diplomato, ovvero prevedere un programma di formazione o riqualificazione del personale già assunto.

Creatività

Il bando “Creatività”, mette a disposizione nell’anno in corso 150.000 euro, per l’erogazione di un importo compreso tra i 5.000 e i 30.000 euro per ciascun intervento ammesso a finanziamento. Il bando si rivolge ad enti, associazioni, fondazioni con sede legale all’interno della Città Metropolitana di Venezia che operano negli ambiti delle arti creative e performative, con l’intento di contribuire alla ripresa di un settore tra i più penalizzati dalla pandemia da Covid 19, con riduzioni drastiche degli spettacoli teatrali, cinematografiche e concertistiche dal vivo, e perdite significative di accessi del pubblico agli eventi di fruizione culturale. Il bando sostiene interventi di progettazione ed esecuzione di progetti nell’ambito della creatività artistica, con particolare riferimento a pittura, scultura, fotografia, cinema, video-arte, teatro, musica, danza, balletto, arti performative e altre forme di arte applicata.

Il Presidente della Fondazione

“Con l’emanazione dei due nuovi bandi – sottolinea Michele Bugliesi, presidente della Fondazione di Venezia – la Fondazione dà seguito agli indirizzi espressi dai propri Organi di privilegiare una modalità di selezione delle erogazioni coerente con i criteri di trasparenza, apertura e inclusione da sempre alla base della nostra azione istituzionale. La scelta degli ambiti e delle modalità di intervento conferma l’attenzione che la Fondazione di Venezia continua a riservare all’arte e alla cultura quali ambiti strategici per la città metropolitana e per la crescita del suo tessuto sociale”.

Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close