Veneziano

Il Pala Expo raddoppia: più linee vaccinali e riorganizzazione interna

Il PalaExpo di Marghera diventa sempre più funzionale. Ora che le vaccinazioni di massa sono realtà, Ulss 3 scommette sempre di più sul suo hub di riferimento di via Ferraris a Marghera, potenziando il servizio e andando a correggere delle piccole criticità. Già nei giorni scorsi gli appuntamenti disponibili sono stati estesi fino alle 22, ora tra le novità principali c’è la crescita importante nel numero delle linee vaccinali, che passano da 10 a 16.

La riorganizzazione del PalaExpo

Nello specifico, due saranno affiancate a quelle già pre-esistenti e destinate agli operatori dell’azienda sanitaria, altre quattro, invece, sono predisposte nella zona attualmente libera come ulteriore opportunità vaccinale. Aumentano i box dedicati alla consegna della certificazione e alla prenotazione del richiamo (da 10 passano a 14), mentre gli spazi per l’attesa sono riorganizzati: ora sono a disposizione 432 sedie per gli utenti in attesa, in posizione frontale rispetto alle postazioni per l’anamnesi; nello stesso spazio di attesa è stato installato un nuovo grande schermo a led – lungo 4 metri e alto 2 – che rende più facile la lettura degli utenti in attesa del proprio turno, mentre nella zona dedicata più propriamente all’attività vaccinale è stato collocato un box vetrato, una sorta di cabina di regia che permette al responsabile di giornata di monitorare l’attività vaccinale. Per finire, è stato smontato il sistema di riscaldamento e attivato quello di refrigerazione per l’estate, con il completo riciclo dell’aria all’interno della struttura.

Il tracciamento

I tecnici dell’Ulss 3 hanno anche introdotto la possibilità di tracciare ogni singolo utente, dall’ingresso all’uscita, durante tutte le fasi della vaccinazione. Ciò permette di monitorare il tempo medio complessivo per la singola somministrazione, così come l’operatività delle varie sezioni all’interno del padiglione.

Contato

«Teniamo fede agli annunci fatti nei giorni scorsi, – ha detto il direttore generale di Ulss 3 Edgardo Contato – quando dicevamo che questa struttura avrebbe stupito tutti per la sua funzionalità come luogo per la vaccinazione di massa. E siamo fieri di averla, già pronta, già avviata, superati anche alcuni inevitabili momenti di difficoltà, e quindi già rodata, ora che la disponibilità di vaccino e l’apertura alle nuove classi di età permette di continuare a salire con i numeri. In parole povere, se il PalaExpo non ci fosse bisognerebbe inventarlo, poiché si rivela indispensabile e strategico per la nostra area».

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close