Veneziano

Il veliero Amerigo Vespucci a Venezia

Sotto il maestoso tramonto della laguna veneziana è tornato l’Amerigo Vespucci, il bellissimo veliero della Marina Militare, nave scuola per l’addestramento degli allievi ufficiali.

Regional Seapower Symposium

Il veliero è sbarcato a Venezia in occasione del Regional Seapower Symposium, il forum marittimo internazionale biennale.

Un dibattito pubblico al quale parteciperanno circa 60 Marine, oltre a organizzazioni internazionali, industriali, culturali, accademiche interessate ai temi marittimi.

Un’opportunità di confronto, scambio di idee e ricerca di soluzioni che ruoteranno intorno al tema di questa edizione: “Shaping our Navies for the Blue Century”, cioè il ruolo della Marina nell’affrontare le sfide moderne e la conflittualità.

Quando e come visitare il veliero.

L’Amerigo Vespucci sarà presente nella sala squadratori dell’Arsenale di Venezia per tutta la durata del simposio cioè dal 15 al 18 ottobre.

Sarà possibile visitarla presso riva Sette Martiri di fronte all’Arsenale militare giovedì 17 ottobre dalle 9.30 alle 12.30 e venerdì 18 ottobre dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 20.30.

Nave anfibia San Giorgio

Oltre all’Amerigo Vespucci sarà possibile visitare anche la nave anfibia San Giorgio, specializzata in operazioni da sbarco.

L’orario di visita è previsto venerdì 18 ottobre dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18; sabato 19 e domenica 20 ottobre dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19.

Il veliero orgoglio della Marina Militare italiana

Siamo un paese alla deriva ma possiamo ancora vantare delle eccellenze, una di queste è la Marina Militare Italiana.

Io sono una ragazza originaria di Taranto, una città che ha un legame fortissimo con i militari della Marina. Ogni mese infatti passano circa 2000 reclute per l’addestramento in Marina e in Aeronautica.

Questo legame è simboleggiato da una statua in bronzo intitolata “monumento al marinaio”.

La statua realizzata da Vittorio Di Cobertaldo, è un dono fatto nel 1974 dall’ ammiraglio di squadra Angelo Iachino. L’opera, alta sette metri, raffigura due marinai che col berretto levato in alto salutano il passaggio delle navi all’entrata e all’uscita del canale navigabile.

E come questa statua vi consiglio di andare a salutare l’Amerigo Vespucci a Venezia.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close