Veneziano

Misure emergenziali per le attività

Il Comune di Spinea sta valutando le misure emergenziali possibili in senso giuridico da poter attuare per essere più vicini alle attività commerciali terribilmente penalizzate dal fermo decretato dall’emergenza coronavirus.

La dichiarazione del sindaco sulle misure emergenziali

 “Avevamo la scadenza del 28 aprile per la TARI . spiega il sindaco Martina Vesnaver – e stiamo lavorando con Veritas per prorogarla almeno fino al 31 maggio. E’ un piccolo aiuto, che speriamo serva a concedere un po’ di respiro con tutte le scadenze che stanno colpendo inesorabili tutti, ma soprattutto le attività, che hanno dovuto tenere le serrande abbassate”. L’Amministrazione si sta anche interessando per vedere come poter ridurre i costi della TOSAP per gli spazi pubblici, visto che in questi mesi non stanno utilizzando di fatto il suolo pubblico. Si cercherà anche di intervenire sull’IMU.

Lions e pro senectute per gli anziani

Ieri pomeriggio, 27 marzo, la presidente del Lions Spinea, Martina Peloso, si è recata insieme al Sindaco Martina Vesnaver alla residenza per anziani Villa Fiorita a consegnare 2 tablet che il club spinetense ha generosamente procurato per la struttura. Le due sim, con 3 mesi di ricarica già attivati. Inoltre necessarie per il funzionamento saranno donate dall’associazione Pro Senectute, che da sempre si occupa degli anziani.

“In questo periodo di emergenza i Lions del Distretto, – spiega la presidente – a partire dal Governatore sta muovendosi attraverso i suoi presidenti per far sì che diamo un aiuto concreto, rispondendo alle richieste e ai bisogni che arrivano a livello locale e farci carico di alcuni aiuti. Si è pensato a misure come una diretta comunicazione degli anziani con i parenti, per non lasciarli soli, considerato che non possono visitarli. Un paio di tablet dovrebbero soddisfare un po’ le esigenze della casa. Un tablet verrà dato anche al Comune per gestire le comunicazioni in emergenza dei cittadini”.

Tra le misure anche le donazioni

“Stiamo raccogliendo anche mascherine, guanti, servizi di prima necessità, ecc. – prosegue la Peloso – Arriveranno quindi speriamo presto, anche le mascherine per tutte le RSA di Spinea, stiamo cercando di coprire prima le case di riposo, poi se ne abbiamo a sufficienza anche magari gli operatori che fanno servizio agli anziani”.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close