Veneziano

Negozi sfitti: contarli e ripartire

Un censimento di tutti i negozi sfitti di Spinea, per avviare quella riqualificazione urbana che è uno dei primi obiettivi del distretto del commercio “Spinea: ville, popoli e mercanzie”.

Il rilevamento e l’inserimento in una banca dati delle caratteristiche dei locali sfitti avverrà già nei prossimi giorni e darà il via a un’operazione di recupero degli spazi commerciali esistenti che proseguirà fino a prevedere anche l’erogazione di un contributo economico per quegli imprenditori che decideranno di stabilirvi la propria attività, prendendo in affitto questi locali e contribuendo quindi alla rinascita del commercio di prossimità.

Verrà anche organizzato un convegno, a ottobre, rivolto ai proprietari di questi immobili, per promuoverne l’utilizzo e favorire l’abbellimento delle vetrine. Un’operazione di restyling a tutto tondo, ma dai forti contenuti urbanistici, per favorire la rigenerazione della città a partire proprio dal suo tessuto commerciale. L’operazione sui locali sfitti potrebbe essere la carta da giocare per mantenere il centro della città attrattivo e favorire il recupero di quei “buchi neri” che negli ultimi anni sono stati provocati da chiusure di attività, anche storiche.

Per fare questo Confcommercio del Miranese incontrerà già nei prossimi giorni gli agenti immobiliari e le associazioni dei proprietari di immobili, con i quali pianificherà poi il convegno di ottobre.

Quello sui locali sfitti è in realtà solo uno degli interventi proposti da Confcommercio del Miranese al Comune di Spinea e realizzati grazie a un bando della Camera di Commercio di Venezia e Rovigo finalizzato a concretizzare gli obiettivi del distretto e che punta a rilanciare il commercio locale anche sotto gli aspetti del turismo, del decoro e della sicurezza.

Un aiuto per i proprietari di negozi sfitti

È infatti previsto fin dai prossimi giorni anche un percorso formativo di 45 ore per le attività commerciali (l’inizio è previsto lunedì 23 settembre alle ore 20.00 nella sala convegni di via Roma 221, in allegato tutti i corsi previsti), pensato con la collaborazione del manager del distretto di Spinea, l’architetto Federico Marzari. Non sarà solo una proposta per migliorare la competitività dei negozianti di Spinea: chi sceglierà di formarsi per far crescere la propria attività avrà infatti diritto anche a una consulenza personalizzata e gratuita sull’uso dei social network, sarà insomma seguito da un esperto che aiuterà e indirizzerà le operazioni di marketing, comunicazione, innovazione, visual-merchandising, fondamentali oggi per promuoversi e rimanere nel mercato.

«Questi primi interventi – spiegano il presidente di Confcommercio del Miranese Ennio Gallo e la direttrice Tiziana Molinari – sono solo l’inizio del progetto legato al distretto e il primo passo per concretizzare le idee per riqualificare la città sotto molteplici aspetti, a partire dalla presenza e dalla competitività dei negozi di vicinato. L’obiettivo è aiutare le imprese a crescere, anche di fatturato, seguendole passo passo con consulenza gratuita in azienda e accompagnandole nel mettere in pratica gli elementi appresi nei percorsi formativi».

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close