Veneziano

Ricorso per i tavoli in calle: c’è la sospensiva. Costalonga: «Ne va della sicurezza»

Dopo il ricorso al Tar del ristorante teatro Goldoni a Venezia, intenzionato a mantenere il plateatico che il Comune gli aveva negato, i tavoli in calle restano. E questo fino a quando il tribunale non avrà preso una decisione, ormai a settembre. La sospensiva lascia inalterato questo stato di cose ma l’assessore al Commercio, Sebastiano Costalonga, spiega che così si creano problemi alla circolazione e alla sicurezza. «Dopo le opportune verifiche siamo arrivati alla conclusione che non c’erano le condizioni per mantenere tavoli e sedie in quella calle. Tengo a precisare che autorizzazioni di ampliamento ne avremo respinte 2 o 3 perché abbiamo lavorato in tutti i modi per agevolare le attività in questo momento così delicato», spiega l’assessore. 

L’augurio

«Mi auguro verrà confermata la nostra decisione dal Tar e venga confermato quanto disciplinato con le delibere di giunta. «Comprendo la decisione del Tar, tuttavia i motivi economici non possono diventare una motivazione valida per aggirare le leggi e per imbarbarire le nostre calli. Personalmente credo molto nell’importanza dei plateatici e soprattutto nella regolamentazione che porti benefici agli esercenti, ai cittadini, ai turisti e, più in generale, alla nostra città. Allo stesso tempo mi rendo conto che non tutte le calli permettono di avere gli spazi che gli esercenti desiderano, spero solo che questa decisione non vanifichi il delicato lavoro di costruzione che stiamo realizzando insieme alla Sovrintendenza».

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close