Veneziano

San Michele al T./Bibione: l’amministrazione comunale approva un progetto di prevenzione e contrasto alla vendita di sostanze stupefacenti

La giunta comunale di San Michele al T./Bibione ha approvato una delibera inerente  “Iniziative di prevenzione e contrasto alla vendita e dello spaccio di sostanze stupefacenti”. Un bando ministeriale prevede la possibilità di reperire finanziamenti a favore della prevenzione e del contrasto alla vendita di sostanze stupefacenti, al territorio sanmichelino arriverebbero 75mila euro. Il progetto è stato presentato alla Prefettura di Venezia che lo sta valutando.  Il Distretto Polizia locale Veneto Est ha istituito nel proprio organico la Squadra Operativa Cinofili, dal 2011 utilizza proprie unità cinofile formate per la ricerca di sostanze stupefacenti. Particolare attenzione avverrà nei luoghi di frequentazione di giovani, come i plessi scolastici, parchi pubblici, pubblici esercizi e locali per spettacoli, autostazioni, arenile e nelle arterie principali di transito dei flussi turistici nei periodi estivi.

Controllo e repressione

Le principali azioni riguardano il controllo e la repressione: una fase conoscitiva che consiste nell’osservazione anche con personale in borghese dei movimenti dei giovani, turisti e persone nei locali di aggregazione del territorio in luoghi frequentati come stazioni Autobus pubblici, parchi e rete stradale del territorio; un coordinamento con le Forze di Polizia territoriali e anche con le istituzioni scolastiche.  Fondamentale l’attività di prevenzione che sarà effettuata attraverso una campagna informativa e di sensibilizzazione all’uso delle sostanze stupefacenti organizzando incontri pubblici anche nelle scuole: il format sarà quello di un momento di dibattito/confronto tra giovani, studenti, turisti e persone che in qualche modo siano entrate in contatto col mondo della devianza (genitori di ragazzi tossicodipendenti, associazioni, enti e comunità di recupero) con l’obiettivo di portare esperienze dirette. Per un miglior coinvolgimento nelle scuole sono previsti interventi dell’unità cinofila quale catalizzatore di interesse per i giovani con l’obiettivo di avvicinare l’operatore di Polizia agli studenti.

I fondi

I fondi messi a disposizione dell’amministrazione comunale serviranno per l’acquisto di un veicolo per l’unità cinofila, l’allestimento del veicolo stesso, di precursori/ drug test stupefacenti e materiale addestrativo, rappresentanza e formazione dell’unità cinofila e utile per la campagna informativa.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close