Veneziano

Ulss 3, vaccini over 60: «Ogni giorno saranno aperti nuovi slot»

«La campagna vaccinale procede in maniera intensa, finalmente ci sono forniture abbastanza regolari e corpose». Con queste parole il direttore generale dell’Ulss 3 Edgardo Contato ha introdotto oggi una conferenza stampa per fare un ulteriore punto sulla campagna dell’azienda Serenissima, dopo l’apertura delle prenotazioni per gli over 60, con il successivo “assalto” di ieri al portale unico che ha portato alla saturazione repentina di 8600 slot messi a disposizione. Sono molte le persone nella fascia d’età 60-69 anni che naturalmente non sono riuscite a fissare un appuntamento, ma la rassicurazione è arrivata proprio dal dg: «Stiamo programmando nuovi slot per giovedì – ha spiegato – e ogni giorno ne apriremo di nuovi».

Dieci giorni per vaccinare gli over 60

L’obiettivo, del resto, l’ha fissato il presidente della Regione Luca Zaia, rimarcato nel corso del punto stampa di oggi da Marghera: «Con le disponibilità di oggi, e non sapendo che forniture avremo dal 19 maggio, cercheremo di vaccinare tutti gli ultrasessantenni nel giro di 10 giorni». Considerando le vaccinazioni parallele degli over 70, – il 50% nel territorio della Serenissima già immunizzato almeno con la prima dose e un altro 20% già con l’appuntamento fissato – e quella dei soggetti deboli, ci sarà modo di testare la vera potenzialità della macchina vaccinale veneta, che dovrebbe spingersi, a livello regionale, oltre le 42mila somministrazioni al giorno a partire da giovedì. La potenza di fuoco sarà sprigionata soprattutto negli hub di riferimento, ma anche i medici di medicina generale avranno un compito molto importante. Come spiegato dal dottor Gabriele Angiolelli di Ulss 3, nel territorio di riferimento sono pervenute richieste per 4900 dosi da parte dei medici per questa settimana, più altre 7500 per la prossima. E per il fine settimana hanno organizzato delle giornate vaccinali dedicate agli over 70 nelle isole – all’ex liceo Severi del Lido e all’istituto Galuppi a Burano. Questo supporto all’azienda dovrebbe permettere di vaccinare un ulteriore 10% della platea, arrivando alla fatidica soglia dell’80%.

Il punto sui vaccinati

Per quanto riguarda gli over 80, come specificato dal direttore generale della Prevenzione di Ulss 3 Luca Sbrogiò, «la Regione ci accredita il 95% di risultato acquisito. Tra vaccinati, rifiuti espliciti e pulizia delle liste, – ha detto – abbiamo 3 o 4mila persone che mancano ancora all’appello e che raggiungeremo con una lettera». Detto che per gli over 70 l’obiettivo dell’80% è vicino e potrebbe essere raggiunto anche entro la settimana in corso, della coorte degli over 60 (83.681 in tutto) risulta immunizzata già il 15% del totale, considerate persone fragili e categorie essenziali vaccinate negli scorsi mesi.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close