Veneziano

Vaccini e saltafila: carabinieri del Nas nella sede dell’Usl 4

Controlli dei Nas all’Usl 4, massima fiducia e serenità da parte sindaci e degli amministratori comunali. I militari del nucleo antisofisticazioni e sanità hanno fatto visita in piazza De Gasperi, sede dell’Usl 4, e raccolto dati relativamente ai vaccini AstraZeneca per verificare sia se ci fossero ancora lotti recentemente ritirati, ma anche verificare se, incrociando i dati su dosi inoculate e nominativi, capire se ci sia stato davvero qualcuno che ha “saltato la fila” e si è vaccinato anzitempo senza rispettare il piano per fasce di età o patologie.

Jesolo e Cavallino

È il caso degli amministratori del litorale di Jesolo e Cavallino Treporti finiti nell’occhio del ciclone nelle scorse settimane. Alcuni si sono infatti uniti al personale dei Comuni e a quelli delle società partecipate dal Comune, tra l’altro anche questi oggetto di critiche. Una decina di casi i cui nomi non sono mai usciti pubblicamente anche per motivi legati alla privacy. Ma c’è un avvocato, Alberto Teso, che è anche ai vertici di Confcommercio, che ha presentato un esposto in Procura in merito a questo episodio aumentando così la tensione e la rabbia soprattutto tra le forze di opposizione dei vari enti.

Zoggia favorevole

Le verifiche dei Nas, a quanto pare, sono state accolte dai sindaci con la massima serenità. «Credo sia doveroso», ha detto il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia, «siano compiute tutte le verifiche necessarie che risultino opportune per capire se ci siano state irregolarità nella somministrazione dei vaccini. Siamo in attesa di saperlo anche noi e intanto ci prepariamo ad affrontare la questione anche in Consiglio comunale».

Le opposizioni

Le opposizioni a Jesolo sono state intransigenti e il gruppo di Jesolo Bene Comune, con Christofer De Zotti e Lucas Pavanetto non ha mai mollata la presa. E proprio i due consiglieri hanno firmato l’interrogazione che sarà presentata in Consiglio. «Abbiamo massima fiducia nel fatto che le autorità competenti sapranno fare chiarezza e togliere ogni dubbio su questa spiacevole questione», hanno commentato, «noi continuiamo a ribadire che se ci fossero state delle vaccinazioni non dovute nei confronti di pubblici amministratori, la questione si dovrebbe risolvere con le dimissioni degli interessati».

Cavallino

A Cavallino Treporti, la sindaca Roberta Nesto punta il dito su Roma: «Lo Stato è il vero responsabile della confusione che si è venuta a creare in questi mesi, con piani vaccinali che si sono prestati a più interpretazioni. Il vero problema è stato questo finora e i cittadini lo hanno compreso. Quanto ai controlli dei Nas, attendiamo fiduciosi sia fatta chiarezza su questa vicenda». Sul litorale, Prc con Salvatore Esposito invoca nomi e dimissioni dei “furbetti” e anche Elvis Colla nella sua pagina “Jesolo aperta” sta conducendo una battaglia feroce cui si sono unite Azione e + Europa.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close