Veronese

Villafranca: aggredito senzatetto

Un’altra storia di degrado e indifferenza. Inaccettabile che sia successo a Villafranca di Verona.

L’aggressione

Questa mattina poco dopo le 7:00 un macchinista ha ritrovato un corpo riverso sul primo binario nella direzione di Mantova. Immediati i soccorsi hanno impiegato circa 40 minuti per stabilizzare l’uomo e poterlo spostare dalla barella all’ambulanza.

Le indagini della polizia di Villafranca

La polizia sul posto a Villafranca ha fatto le foto e i rilievi del caso. Ha protetto la scena dagli sguardi dei curiosi e dei passanti, favorendo, il lavoro di medicazione e messa in sicurezza del malcapitato ad opera degli addetti ai soccorsi.

Le possibili cause

La prima pista sembrava quella di un malore legato ad un eccesso di alcool. Smentita dalle ferite riportate sul volto e dalle ustioni del corpo. L’uomo, un quarantenne, sarebbe stato pesantemente malmenato.E’ risaputo, da tempo, che nella stazione di Villafranca vivano dei senzatetto inclini al vizio dell’alcool. Soprattutto nelle ore che precedono la sera, è possibile trovarli sulle panchine del primo binario, a consumare vino e birra.

La brutale verità

Probabilmente non essendosi mai spinti a episodi di aggressività e di molestia nei confronti dei viaggiatori sono stati lasciati liberi di muoversi in quegli spazi. Questa mattina non molto lontano dal luogo di ritrovamento, vicino a un bidone, c’erano dei cartoni di vino vuoto abbandonati.

Nessun testimone a Villafranca

Non sembra vi siano testimoni dell’accaduto. Occorrerà attendere le registrazioni delle telecamere che costeggiano il perimetro della stazione e i binari.

Cosa è successo in realtà

Nella realtà si tratta di un romeno di 42 anni picchiato e poi dato alle fiamme al termine di un selvaggio pestaggio. Di certo, l’uomo senza fissa dimora, che trascorreva spesso le sue notti nella stazione, ed anche un volto noto ai servizi sociali: più volte, infatti, è stato invitato a pernottare nel ricovero cittadino, ma ha sempre rifiutato qualsiasi offerta di aiuto. L’uomo adesso è ricoverato in gravissime condizioni al Centro Ustioni dell’ospedale di Borgo Trento.

Il movente

Ancora da chiarire il movente che ha scatenato il pestaggio culminato con le fiamme appiccate sull’uomo, che è ricoverato in gravi condizioni al Centro Ustioni di Borgo Trento.​ ​In stazione è installata una telecamera e le immagini potrebbero essere utili agli investigatori della Polizia di Stato per ricostruire la vicenda e individuare eventuali responsabili. 

La solidarietà del Sindaco di Villafranca

«Desideriamo esprimere la nostra vicinanza e solidarietà alla persona vittima di questa vicenda». Così il sindaco di Villafranca di Verona, Roberto Dall’Oca, sul caso del cittadino romeno, trovato tumefatto e con ustioni sulla banchina di un binario della stazione. «Se accertati – ha sottolineato -, episodi di questa gravità non appartengono alla comunità civile villafranchese che, da sempre, sia a livello di servizi sociali che di volontariato, ha una tradizione di accoglienza e attenzione verso la fragilità e rinnoviamo la disponibilità ad aiutare questa persona nel momento in cui lo richieda».

Conclusioni

«Ero di passaggio da quelle parti – racconta la nostra cronista – e mi sono fermata a chiedere subito informazioni e scattare alcune foto. E’ vero che la stazione non è ben frequentata ma questo episodio non mi appare come la bravata (se così si può definire) di alcuni ragazzi, quanto un vero attacco a sfondo razziale. Speriamo che se la cavi ».


Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close