Vicentino

Accusa pesante: la risposta della Maino

Il 21 maggio scorso, sul sito del Comune di Vicenza viene pubblicato il bando per la nuova concessione dell’immobile di via Rossi 198.

Il bando oggetto di accusa

Gli interessati hanno presentato domanda per un progetto di gestione dell’immobile che prevede attività di interesse sociale e culturale, ricreativo, sportivo, a beneficio della città e del quartiere.

accusa
L’assessore Silvia Maino

Le proposte e la valutazione

In data 19 luglio sul sito del Comune viene annunciata la conclusione della prima fase di gara al termine della quale i tre soggetti partecipanti sono stati dichiarati ammissibili.

L’accusa alla trasparenza

Qualche giorno fa un’interpellanza a firma dei consiglieri di minoranza Asproso, Dalla Rosa e Pupillo attacca gravemente l’amministrazione capeggiata da Rucco.

La risposta dell’assessore Maino

L’interpellanza fa riferimento ad “amministratori che vogliono condizionare la gara”. Un duro colpo da attutire per l’assessorato alla trasparenza, che risponde definendole “accuse di una gravità inaudita”.

L’accusa e la politica del sospetto

“Con questa interpellanza – prosegue Maino – si vuole alimentare la politica del sospetto, confermando un atteggiamento a dir poco astioso nei confronti di questa amministrazione”.

Garanzia sulla trasparenza

Quello definito un “attacco vile”, sempre da Maino, ha per oggetto, stando a quanto dichiarato sempre dall’assessore: “solo la volontà di gestire il bando nella maniera più precisa e trasparente possibile”.

E gli amministratori?

“Nessun amministratore – conclude Maino – si è mai occupato della redazione del bando in tutte le sue fasi, né tantomeno della nomina della commissione, azioni che competono esclusivamente al dirigente preposto”.

Accuse, astio e sospetto

Secondo l’assessore alla trasparenza, questa interpellanza, dal contenuto certamente non morbido, confermerebbe, alimentando una politica del sospetto, un atteggiamento astioso nei confronti dell’amministrazione”.

Più che trasparenza…risposte!

Certamente quello che ora occorre verificare è la reale trasparenza della gara. L’accusa mossa infatti dalla minoranza di Palazzo Trissino è gravissima. Sperando di nuotare quest’estate in acque cristalline e non torbide.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close