Vicentino

Controllo di vicinato, adesioni raccolte

Il progetto sperimentale del controllo di vicinato chiude la fase di raccolta delle adesioni.

Incontri e adesioni

All’Hotel de la Ville, lo scorso 11 luglio, erano presenti circa 250 persone residenti nelle due zone interessate. In quell’occasione sono state raccolte circa 80 adesioni tra scritte e verbali.

Le aree sottoposte al controllo di vicinato

Le due aree di interesse del controllo di vicinato sono l’area di parco Fornaci, che comprende via Adenauer, Gandhi e Allende da un lato; dall’altro la zona compresa tra Campo Marzo, viale Milano e piazzale Bologna.

Le adesioni e le nomine

Attualmente le adesioni confermate ed ufficializzate sono 38, un numero considerato più che positivo per una partenza incoraggiante, visto che le zone coinvolte sono solo due.

Il commento di Rucco

“E’ stata una vera emozione – commenta il sindaco Rucco – vedere così tanti cittadini presenti e interessati. Questo è un progetto in cui abbiamo sempre creduto come amministrazione e che ha il suo punto di forza nella collaborazione attiva dei cittadini con le istituzioni, fondamento per una città più sicura. Ringrazio tutti i componenti del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica che sono convintamente al nostro fianco e il consigliere Roberto Ciambetti”.

Un esempio

Alle 23.40 di domenica sera in contrà San Tomaso a Vicenza, nei pressi del Comando della Guardia di Finanza, un vicino di casa durante una passeggiata serale ha chiamato la polizia segnalando fasci di luce nell’appartamento all’ultimo piano del suo condominio.

Il colpo

I proprietari erano in vacanza, secondo quanto sostenuto dal vicino, così i poliziotti si sono arrampicati fino a raggiungere il terrazzo dell’appartamento, dal quale hanno sentito l’abbaio di un cane provenire dall’interno. Così un collega rimasto a terra è andato a citofonare al campanello, scoprendo che il vicino era già tornato dalle vacanze.

Un anticipo di “controllo di vicinato” non andato a buon fine…

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close