Vicentino

False generalità, due minori denunciati

Il mio nome è nessuno

La squadra anti-degrado è stata ancora una volta chiamata a intervenire nella città di Vicenza. Questa volta a far scattare l’allarme non è stato un clochard o qualcuno in preda ai fumi dell’alcol, ma due minorenni, uno di nazionalità italiana e l’altro albanese, di quindici anni fermati in via Gorizia dagli uomini della polizia locale ai quali avrebbero fornito false generalità.

Il fatto

La segnalazione è partita da un negoziante che ha fatto presente agli agenti intervenuti che i due minorenni sarebbero stati autori di alcuni furti nel suo store. Richiesti i documenti per l’identificazione, i due giovani non solo si sono rifiutati di esibirli, ma hanno anche fornito false generalità agli uomini della pattuglia anti-degrado intervenuti. Solo una volta condotti in Comando e a seguito di ripetuti tentativi è stato possibile identificare i due giovani e a contattare i genitori di entrambi.

Epilogo?

I due ragazzini, entrambi residenti a Montecchio Maggiore, identificati e denunciati per aver fornito false generalità sono stati affidati ai rispettivi genitori, convocati presso il Comando. Il titolare del negozio di giochi in via Gorizia potrebbe anche presentare denuncia di furto.

Segnalazioni in aumento

La scorsa settimana, gli uomini della squadra anti-degrado hanno eseguito altri due interventi. Il primo ha  portato alla denuncia di un trentaduenne, trovato in possesso di una bicicletta rubata in Campo Marzo, per ricettazione e minacce. L’altro ha visto gli agenti sequestrare un veicolo, privo di assicurazione da dicembre 2018, e procedere con il ritiro della patente al quarantaseienne alla guida. Per la ventiseienne che viaggiava con lui, trovata in possesso di una dose di cocaina, è invece scattata la segnalazione alla prefettura. Poco prima infatti le telecamere di sorveglianza in Viale Dalmazia avrebbero ripreso i due e uno straniero in sella ad una bici in atteggiamento sospetto. Ancora una volta bici e luoghi del buco, furti di due ruote e pusher in sella. Pura coincidenza?

Nico Parente

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close