Vicentino

Rifiuti, un problema smaltito?

I dati diffusi dall’assessorato all’ambiente del Comune di Vicenza, presieduto da Simona Siotto, in merito al grave problema dell’abbandono di rifiuti, guardano al positivo.

Rifiuti: “un fenomeno limitato”

“I rifiuti abbandonati in città costituiscono il 2-3% del totale della produzione di rifiuti. Pertanto si può dire che il fenomeno sia limitato”, dichiara la Siotto.

L’assessore Siotto e l’amministratore AIM Farina

Auto civetta vs rifiuti

“Le auto civetta stanno dando ottimi risultati – aggiunge la Siotto – testimoniando l’ottima sinergia tra pubblica amministrazione, Aim Ambiente e polizia locale.

Aim e gli straordinari

Marino Farina, amministratore unico di Aim Ambiente, dichiara che “l’impegno della sua azienda è massimo”. A proposito degli interventi straordinari sottolinea che questi “hanno un costo e che si stanno valutando soluzioni per evitarli”.

Risultati

Nel 2019 sono stati staccati 57 (non pochi in realtà calcolando che si è ancora a Luglio) verbali nell’ambito di controlli utilizzando le due auto civetta. Senza contare le sanzioni staccate durante i normali controlli.

rifiuti

Auto civetta

Le due auto sono di proprietà di Aim Ambiente e sono date in comodato gratuito all’amministrazione comunale.

Sanzioni previste

Le sanzioni per chi non rispetta le regole sono di 250 euro se non si effettua la corretta separazione 300 euro se si depositano i rifiuti fuori dai cassonetti, 450 euro se residenti fuori comune conferiscono rifiuti a Vicenza.

I controlli sui rifiuti non bastano

Forse però le auto civetta non bastano. Nonostante i tentativi da parte dell’assessore Siotto di restituire dati positivi, l’abbandono, soprattutto nelle aree verdi (Campo Marzo, Villa Tacchi…) non sembra diminuire.

Un problema di educazione civica?

Non solo. Certamente, il fenomeno dell’accattonaggio, che continua indisturbato a dominare soprattutto il quadrilatero della stazione, incentiva il degrado e l’inquinamento. E forse le misure da adottare dovrebbero essere ben altre.

Situazioni di emergenza

Rispondendo quindi all’amministratore Farina, forse il miglioramento dei punti di raccolta dei rifiuti in centro storico non basterà a far calare le emergenze, se si vuol guardare anche al resto della città.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close