Vicentino

Senza dimora: intervento sperimentale

La proposta dell’assessorato per i senza dimora

Vicenza – «L’intervento sperimentale che oggi presentiamo è il frutto di un incontro tra sindaco, vigili, con particolare riferimento all’unità antidegrado, cooperativa Cosep ed AIM Ambiente», con queste parole l’assessore alla comunità e alla famiglia Silvia Maino, coadiuvata per l’occasione dal consigliere Ivan Danichielli, ha presentato giovedì 17 gennaio in conferenza stampa l’ulteriore modalità antidegrado «che non prevede costi aggiuntivi e che per un mese, 7 giorni su 7, dalle 7.00 alle 10.00, vedrà due operatori impegnati contro il bivacco dei senza dimora in alcune precise zone tra cui Contrada Porta Santa Lucia».

senza dimora

Piano d’azione

«L’ulteriore intervento antidegrado consisterà nel far alzare, dalle prime ore del mattino, nelle zone oggetto di ripetute segnalazioni, i senza dimora che vi dormono e bivaccano per farli spostare in luoghi idonei e, in caso di necessità, prestare loro soccorso», conclude l’assessore.

Quello a cui l’intervento sperimentale mira è, nelle parole della Maino, un approccio sociale da parte dell’unità di strada, che cercherà col tempo di entrare sempre più in contatto con queste persone cercando, attraverso la dissuasione, a convincerle a non bivaccare più nell’area sottoposta a controlli e a cercare una soluzione a questo problema.

Interventi ulteriori

Alla fine del mese di prova, si valuterà se affiancare al personale dell’unità di strada, composto a rotazione da alpini, protezione civile e volontari civili e cittadini, anche la polizia municipale. AIM avrà invece il compito di intervenire, nel giro di pochi minuti sul luogo reso libero dal bivacco, pulendo e sanificando l’area interessata.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close