Veneto

Zaia, covid a scuola: in Veneto, situazione sotto controllo

Nonostante l’aumento dei contagi registrato a livello nazionale, nelle scuole della regione Veneto l’incidenza è sotto controllo e, dal 15 settembre, quando è iniziato il monitoraggio, a oggi, affatto preoccupante.
Lo ha comunicato, durante il punto stampa convocato alla sede della Protezione Civile di Marghera, il presidente Luca Zaia.
In una popolazione scolastica di circa 800 mila studenti e 107 mila operatori, il monitoraggio ha portato all’individuazione di 2327 positività tra gli studenti e di 141 tra il personale scolastico.
Una leggera crescita in sintonia con i dati nazionali il monitoraggio, nell’ultima settimana, l’ha rilevata. Ma non tale da creare allerta.

Il monitoraggio nell’ultima settimana

Le quarantene, negli ultimi 7 giorni, hanno riguardato 4.848 studenti, mentre ne sono rientrati nella condizioni previste dal monitoraggio (frequenza a scuola, evitando però al di fuori feste, centri sportivi e altre occasioni di assembramento) altri 5.496. Tra il personale, i numeri sono rispettivamente di 307 quarantene e 430 monitoraggi. La fascia in cui si sono riscontrati più positivi è quella tra 0 e 6 anni (34,3%), seguita dalle scuole primarie (27,7%), dalle secondarie di primo grado (23,7%) e dalle secondarie di secondo grado (17,5%).

Le scuole sentinella

Agli screening legati alle positività si aggiunge il sistema delle “scuole-sentinella”, avviato lo scorso anno e ora diventato progetto nazionale, con l’estensione anche alle scuole primarie. In questi casi, il monitoraggio con tampone in autosomministrazione viene effettuato su tutti gli studenti a rotazione, compresi quelli asintomatici, e continuerà fino al termine dell’anno scolastico. Le scuole coinvolte sono 60, per circa 16 mila studenti, con un’adesione al 70% all’interno della popolazione scolastica.
test fin qui effettuati sono stati 11.727, con soli 7 positivi emersi.

Il bollettino

Attualmente, in Veneto, ci sono 9.743 positivi, con 539 nuovi casi nelle ultime 24 ore, ma a fronte di 83.184 tamponi effettuati (incidenza dello 0,65%). Calano anche i ricoveri totali (239, -7), pur con un leggero incremento delle terapie intensive (34, +4). “Il virus c’è – ha commentato il presidente Zaia – pur essendo in una fase di assoluta convivenza e tranquilla gestione. L’unica preoccupazione è quindi che si abbassi la guardia, perché non si può escludere a priori un colpo di coda. Tanto più pensando che ci troviamo in un periodo critico, visto che si comincia a chiudersi nelle stanze ed è qui che si possono verificare gli assembramenti”.

I vaccini

La campagna vaccinale in Veneto, intanto, si avvicina a 7,2 milioni di somministrazioni. Nelle ultime 24 ore, le inoculazioni sono state 12.403, di cui 1.417 prime dosi. La media regionale è arrivata all’84,4% della popolazione vaccinabile. L’82,8% riguarda la fascia 20-29 anni, che ha superato quelle tra 30 e 39 e tra 40 e 49. Le terze dosi-booster sono state 5.238, portando il totale relativo a 81.591. Al riguardo, Zaia ha lanciato un appello agli over 60 a valutare l’opportunità di effettuare il secondo richiamo. “Le dosi non mancano: a magazzino ne abbiamo questa mattina 882.715” ha aggiunto.

Vaccinazioni e mascherine

Zaia ha poi ribadito l’importanza della mascherina, accanto alla vaccinazione. “Per quanto la vaccinazione riduca di 6,6 volte la possibilità di infettarsi e di 8,2 volte il rischio di ospedalizzazione – ha detto il presidente – un vaccinato non potrà comunque mai avere la tranquillità di comportarsi senza nessun problema”. Ribadendo la contrarietà a qualunque obbligo di vaccinazione, il presidente del Veneto ha infine affermato, riguardo alla terza dose: “L’impressione che ho è che alla fine sarà estesa a tutta la popolazione. Ma la decisione deve arrivare entro fine anno, quando arriverà a sei mesi dalla seconda dose gran parte degli under 60. In caso contrario, rischiamo di avere qualche guaio”.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close