Veneto

Zaia: “In terapia intensiva 80% di non vaccinati”

“E’ fondamentale che si faccia la vita normale ma si utilizzi la mascherina nelle condizioni di assembramento all’aperto piuttosto che al chiuso”.
Sono le parole del Presidente del Veneto Luca Zaia commentando la recrudescenza di casi positivi al Covid nella regione.

Gli estremi

“Ci sono i due estremi: o ci si chiude in casa o si fa festa come se non ci fosse un domani – ha aggiunto, parlando a a Verona a margine di Fieracavalli – . Di mezzo penso che ci debba essere il buonsenso”.

I nuovi contagi

Zaia ha ricordato l’ultimo bollettino della pandemia in Veneto: “noi abbiamo circa 780 nuovi contagi nelle ultime 24 ore e circa 250 persone ricoverate, delle quali una quarantina in terapia intensiva. L’80% dei ricoverati in intensiva – ha ricordato – non è vaccinato”.
“Penso che la mascherina e l’igiene delle mani, insieme ad alcuni accorgimenti – ha concluso – ci permettano di stare al sicuro”.

Un giudizio sulle manifestazioni

Il presidente nomina però anche chi manifesta senza mascherine.
“Le manifestazioni, non solo quelle di protesta, sono ormai mascherina-free” ha detto il Presidente del Veneto sull’ipotesi che anche in Veneto vengano adottati come a Trieste provvedimenti per vietare le proteste di piazza. “Penso che i sindaci siano le autorità preposte per decidere questo, sono anche responsabili della sanità pubblica – ha osservato – .Purtroppo sta passando l’idea che è finita, non è così, siamo ancora in pandemia”.

Aiutiamo il vaccino

Per Zaia “ne verremo fuori perché i vaccini ci stanno dando una mano: oggi abbiamo 784 contagiati, se non avessimo le vaccinazioni avremo già un migliaio di persone in ospedale”. “Il vaccino ci sta aiutando – ha concluso – ma noi dobbiamo aiutare il vaccino e la comunità”.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close